Nasce la Margherita Doc (di origine campana) col pizzaiolo Salvatore Palma

Presentata al campionato nazionale “Pizza Doc” con ingredienti provenienti esclusivamente dal territorio

 

Pomodoro San Marzano Dop dell’Agro nocerino sarnese, fiordilatte dei Monti Lattari, basilico fresco, olio evo e spolverata di pecorino bagnolese Docg: la Margherita Doc (di origine campana) è servita. L’idea è del pizzaiolo Salvatore Palma classe 1989, che l’ha presentata in anteprima al Campionato nazionale “Pizza Doc”, che si è svolto a Capaccio Paestum. 

La peculiarità è che è preparata con prodotti locali a “metro zero”, perché provengono dall’orto conviviale, che si trova vicino Pizz’Amore e Fantasia, il locale di Palma a Sant’Anastasia. «La Margherita Doc è nata dalla voglia di creare una pizza nuova con prodotti del mio territorio. Ho voluto dare un volto nuovo, ma solo leggermente “ritoccato”, alla regina delle pizze; è ricca e saporita ed è già nel nostro menù», ha spiegato Salvatore. 

La pizza di Palma è diventata così un piatto tipicamente vesuviano, l’impasto è quello della tradizione, ma arricchito dalla creatività e da un mix di ingredienti di prima scelta. Ama la tradizione, ma condita di un pizzico di modernità. Gli piace ad esempio strizzare l’occhio alla Costiera amalfitana, a cui è particolarmente legato e dove si prepara una pizza che ha una precisa identità. 

 «Amo la pizza della costiera - commenta Palma - perché viene cotta a una temperatura più bassa, ciò significa che resta in forno più a lungo, risultando più croccante di quella classica napoletana. Inoltre, per stendere la pasta si utilizza la semola rimacinata. Questi passaggi li apprezzo molto e li faccio anche io». 

Fragranza e leggerezza sono le parole d’ordine, i prodotti  sono rigorosamente campani, così come le influenze, che provengono dal territorio.

 

Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina
© Travel and food with style | TUTTI I DIRITTI RISERVATI e-mail: info@travelandfoodwithstyle.com designed by VISIVO COMUNICAZIONE